Per prenotazioni: info@guideturistiche.vda.it

Le specialità culinarie valdostane da non perdere

Specialità culinari e valle d'Aosta

Oggi vogliamo per un momento mettere da parte l’argomento riguardante ciò che si può visitare in Valle D’Aosta, per lasciare invece il posto a quello che si può mangiare, un argomento sempre molto interessante e che alletta davvero tutti. Come del resto in ogni regione italiana, anche in Valle D’Aosta abbiamo moltissimi prodotti tipici, da cui si ricavano poi molte specialità culinarie in grado di soddisfare ogni tipo di palato. Dopo una giornata passata sugli sci, oppure una passeggiata fatta tra le nostre montagne, entrando in un qualsiasi rifugio o in qualche ristorante, potrete trovare moltissimi piatti della tradizione valdostana da gustare.

Ecco di seguito potrete trovare qualche suggerimento sia sui prodotti da acquistare, in modo da portarvi a casa un pezzo della nostra tradizione, ma che danno vita anche a delle incredibili ricette.

La fontina DOP

La Fontina è sicuramente il nostro prodotto tipico più conosciuto. Un formaggio che si produce in ogni caseificio valdostano, ma anche negli alpeggi più alti, e che a partire dal 1996 è stata dichiarata dall’Unione Europea un Prodotto di Origine Protetta. La fontina, oltre a essere molto prelibata mangiata da sola, insieme a una buona fetta di pane nero, è anche la base per moltissimi piatti della Valle d Aosta.

Tra i prodotti tipici della valle d’Aosta troviamo le crespelle alla valdostana, preparate con prosciutto, fontina e besciamella, un piatto sicuramente molto apprezzato anche dai più piccoli. Un’altro piatto valdostano è la Zuppa alla Valpelenentse, un piatto tipico di Valpelline, creato in maniera molto semplice, essendo comunque un piatto della tradizione popolare, con pane, fontina e brodo, a cui è stata dedicata una sagra che si svolge l’ultimo weekend di luglio.

La fontina inoltre può essere utilizzata per saporire la polenta. La polenta è un piatto della tradizione a base di farina di mais e acqua, fatta cuocere all’interno di un paiolo mescolando il composto per diverse ore.

Per rendere la polenta più gustosa, si può inoltre aggiungere il burro e la fontina, e in questo caso viene chiamata polenta concia. È il contorno ideale per il più classico piatto tipico valle d’aosta: uno spezzatino preparato con carne di selvaggina, come ad esempio il cinghiale o il cervo, che sicuramente danno un sapore deciso e “selvaggio” al piatto.

Il prosciutto di Saint-Rhémy-en-Bosses

Un altro prodotto tipico valdostano è il Jambon de Bosses Dop, un prosciutto valdostano prodotto a Saint-Rhémy-en-Bosses, ai piedi della Valle del Gran San Bernando. Viene prodotto in alta montagna e ha la caratteristica di avere un sapore speziato, dovuto alla stagionatura fatta con erbe di montagna, come ad esempio il ginepro e il timo. Oltre alla stagionatura fatta con erbe aromatiche, essa viene fatta anche con il fieno, il quale gli conferisce un sapore davvero particolare. Questo prosciutto è ideale da mangiare da solo, gustandosi un prelibato panino fatto proprio con il Jambon de Bosses.

Il lardo di Arnad

La lavorazione e la conservazione del lardo rappresentano una tradizione secolare per Arnad, piccolo paese della bassa Valle d’Aosta ai piedi del Forte di Bard: un documento del XVIII secolo attesta la presenza ad Arnad di quattro doïl, i tipici contenitori in castagno utilizzati per la stagionatura in salamoia. Ottenuto dalla lavorazione della schiena del maiale, sgrassata e squadrata, e dalla successiva maturazione in antichi recipienti in legno di castagno o di rovere con aromi di montagna e erbe della bassa Valle d’Aosta, il Vallée d’Aoste lard d’Arnad Dop è noto per il suo sapore unico ed inimitabile.
Per scoprire e degustare il lardo Dop è d’obbligo una sosta presso la Maison Bertolin, principale produttore di questa eccellenza valdostana. Al suo interno è possibile assaporare il lardo in abbinamento a vini e prodotti locali oltre ad acquistare tutte le prelibatezze della Valle d’Aosta nel punto vendita.

Il gorgonzola valdostano: il Bleu d’Aoste

Un altro formaggio che fa parte dei nostri prodotti tipici valdostani è il Bleau d’Aoste. È caratterizzato da un sapore molto forte e pronunciato e da una consistenza compatta, a cui durante la fase di pastorizzazione vengono aggiunte delle muffe. È ideale da mangiare sia da solo, oppure cucinato come se fosse una crema, ad esempio da accompagnare a un buon risotto o a degli gnocchi di castagne.

La coppa dell’amicizia

Un modo alternativo di bere il caffè tipico della regione è la Grolla alla valdostana. Per creare un buon caffè alla valdostana è necessario, una volta preparato il caffè, versarci all’interno della grappa, per poi essere servito all’interno della Grolla o Coppa dell’Amicizia. Si tratta appunto di una specie di coppa in legno, prodotta per l’appunto dagli artigiani locali. Bere dalla grolla è un momento di grande unione e amicizia, poiché viene bevuta a turno, facendola appunto girare tra gli amici, da dei beccucci posti lungo il bordo. È ideale da bere alla fine di una lunga passeggiata in montagna o di una giornata passata sugli sci.

Il genepy

Nel caffè, oltre alle moltissime qualità di grappa che si possono trovare in tutta la regione, si può aggiungere anche il Genepy, un liquore tipico prodotto appunto con quest’erba, il genepy, che può essere raccolto solamente in maniera controllata nelle nostre montagna.

Per creare il liquore d’erbe valdostano la pianta di genepy viene lasciato macerare nell’alcol donandogli un colore tendente al verde. Lo si può quindi bere correggendo il caffè, oppure da solo, sia a temperatura ambiente che caldo, molto adatto per digerire meglio un piatto di polenta e selvaggina.

I dolci valdostani

Per finire al meglio un pasto in Valle D’Aosta, ecco alcune idee su qualche dolce tipico.

Un dolce tipico della valle d aosta sono le tegole, un biscotto secco di forma rotonda, preparato con le nocciole. Oltre a mangiarle da sole, possono essere accompagnate da diverse creme, come ad esempio la crema di Cogne, a base di panna, cioccolato e rum, prodotta appunto nel paese di Cogne. Non solo però! Le tegole vengono mangiate insieme alla “Fiocca”, ovvero la panna montata a mano preparata con il latte fresco da poco munto negli alpeggi, una vera e propria delizia per il palato!

Questi sono davvero solamente alcuni dei piatti più rappresentativi della nostra regione, che vi invitiamo a venire a scoprire, oltre che per le bellezze naturali e artistiche che ospita, anche per le sue specialità culinarie che vi lasceranno sicuramente soddisfatti!

 

Guide Turistiche Valle d'Aosta di Stefania Soudaz
P.IVA: 01204690075 / C.F: SDZSFN85B45E379G



Privacy Policy
Codice Fattura Elettronica: KRRH6B9