Per prenotazioni: info@guideturistiche.vda.it

Alla scoperta della Valpelline, tra la diga di Place Moulin e la Fontina

Valpilline

La Valpelline è situata nel vallone del Gran San Bernardo, sopra la città di Aosta e prende il suo nome dal dio Penn, venerato un tempo nella valle del Gran San Bernardo.

Nonostante si tratti di una valle impervia, per la maggior parte anche selvaggia e poco adatta all’insediamento umano, sono comunque diversi i paesi che si affacciano su di essa, come ad esempio Bionaz, Doues, Oyace, Ollomont, Roisan e Valpelline, che offrono al visitatore dei panorami alpini incredibili.

Questi luoghi sono adatti davvero a tutti, sia per chi è appassionato di escursioni in montagna, sia per chi invece preferisce rilassarsi a tavola, gustando le prelibatezze tipiche di questa vallata. Ecco che oggi vi vogliamo dare qualche suggerimento su cosa si può visitare a Valpelline!

La diga di Place Moulin

La troviamo nel comune di Bionaz, a circa mezz’ora di macchina da Aosta. Si tratta di una delle dighe più grandi d’Europa, costruita tra il 1955 e il 1965 e per raccogliere l’acqua proveniente da torrente Buthier, creando così un lago artificiale utile per produrre energia elettrica. Si rimane davvero colpiti dalla grandezza di quest’opera costruita dall’uomo!

Ciò che affascina maggiormente è senza dubbio il colore dell’acqua, di un verde smeraldo che illumina ogni giornata, anche la più grigia. Il nostro consiglio è quello di percorrere la strada che fiancheggia la diga, lunga all’incirca 5 chilometri, tutta in piano e dunque percorribile da chiunque.

Al fondo di questa passeggiata potrete poi raggiungere il rifugio Prarayer. In questo rifugio potrete gustare le specialità tipiche valdostane, come la polenta concia, e rilassarvi godendovi il panorama intorno a voi. Il rifugio è inoltre il punto ideale di partenza per coloro che vogliono intraprendere delle passeggiate più lunghe, come ad esempio quella verso l’alpeggio Chardonney, situato a 2364 metri, oppure al rifugio Aosta a 2788, seguendo il sentiero 10a; in quest’ultimo caso vi vogliamo ricordare che per un brevissimo tratto è attrezzato con delle catene e corde fisse, dunque adatto a camminatori esperti.

La conca di By

Situata nel comune di Ollomont, è il luogo ideale per fare moltissime escursioni ideali per tutti, soprattutto durante il periodo estivo! Ad esempio si può camminare in tutta tranquillità lungo il Ru de By, ovvero un canale che serviva per l’approvvigionamento dell’acqua. Partendo da Plan Debat, questa passeggiata vi permetterà di osservare l’incredibile Gran Combin. Si tratta di un percorso che dura all’incirca 2 ore di cammino.

Un’altra piacevole passeggiata che si può fare in questi luoghi è quella che vi porta al rifugio Champillon, situato a 2465 metri. Partendo dal parcheggio di Glacier, e dopo una prima parte di mulattiera seguendo la segnaletica indicata con il numero 4, che ci porta alla Cappella di By e il lago di By, si giunge a una strada poderale, in cui si prosegue seguendo le indicazioni per il rifugio Champillon.

Ciò che colpisce senza dubbio il visitatore una volta giunti al rifugio sono i colori vivaci con cui è stata dipinta la parete esterna, per non parlare poi del cibo, davvero delizioso. Inoltre, ci si può addirittura rilassare all’interno di una sauna o di una vasca idromassaggio!

Nella conca di By è inoltre possibile trovare diversi alpeggi, conosciuti soprattutto per la produzione della fontina e altri tipi di formaggio locale, che potrete quindi gustare e acquistare, così da portare con voi un pezzo di questa bellissima vallata. Ecco che trovate di seguito il nome di alcuni alpeggi: Champillon, situato all’imbocco della conca di By, e l’alpeggio Tzanta Merlaz.

Curiosità su Valpelline

La visita ai Ru

Durante il Medioevo in tutta la Valle d’Aosta l’uomo ha creato i Ru, un termine di origine locale e popolare con cui si indicano i canali artificiali che portavano l’acqua ai terreni agricoli. Sono nati a causa della scarsità di precipitazioni e da un clima caldo nel XIII secolo. Nel caso di Valpelline essi prendevano l’acqua dal torrente Buthier, per trasportarla poi nella vallata centrale. Oggi in parte non vengono più utilizzati, ma possono essere percorsi con delle passeggiate molto tranquille e pianeggianti, oppure anche con la mountain bike.

Ad esempio, lungo il Ru Prévot, situato poco distante dalla città di Aosta, nella frazione di Porossan, è possibile osservare il Grand Arvou, un ponte-acquedotto di origine medievale. Sembra quasi un enorme edificio, poiché, oltre alle sue dimensioni maestose, ha il tetto con una copertura fatta in lose, e presenta inoltre alcune finestre per illuminare l’interno.

Le miniere di rame

Un tempo i comuni di Ollomont e Valpelline erano conosciuti anche per l’estrazione di rame all’interno di miniere, che oggi non sono ancora visitabili, ma che presto, grazie a dei fondi europei potranno aprirsi al pubblico, con un percorso guidato alla scoperta di questi straordinari luoghi.

Museo della fontina

A Valpelline è possibile visitare il museo della Fontina, che ne racconta la storia e la produzione. Oltre alla visita più storica, che permette anche di capire la lavorazione che sta dietro a questo alla fontina DOP, i visitatori potranno anche entrare nei magazzini di stagionatura, accuratamente scavati nella roccia, uno dei quali addirittura situato lungo la galleria di un’antica miniera di rame.

Valpelline offre davvero moltissime possibilità per una gita domenicale in famiglia. Infatti, ci sono davvero moltissime escursioni tra cui scegliere, adatte a tutti, ma anche per coloro che si vogliono mettere alla prova in sentieri più complessi. E dopo una giornata passata all’aperto, si può finire in bellezza con un tour enogastronomico gustando la fontina e una buonissima i zuppa alla Valpellinense, piatto tipico di questa vallata, creato con pane, brodo di carne, fontina e burro.

E per una gita davvero unica e indimenticabile alla scoperta di questi luoghi, chiedete aiuto alle nostre guide turistiche, che senza dubbio conosceranno moltissime curiosità su Valpelline!

 

Guide Turistiche Valle d'Aosta di Stefania Soudaz
P.IVA: 01204690075 / C.F: SDZSFN85B45E379G



Privacy Policy
Codice Fattura Elettronica: KRRH6B9