Castello di Issogne

  • Castelli
  • Parzialmente accessibile ai disabili
  • Sito a pagamento
  • Visite con gruppi
  • Visite per singoli e coppie

Descrizione

Proprietà prima del vescovo di Aosta e poi della famiglia Challant, l’edificio medievale fu trasformato radicalmente alla fine del XV secolo per volere di Giorgio di Challant, che ne fece uno splendido palazzo per il nipote Filiberto.

Entrare nel castello di Issogne dà l’impressione di vivere in una fiaba: all’ingresso, su un ampio cortile e un giardino all’italiana sorge la famosa fontana del Melograno in ferro battuto; poco distante lo sguardo non può non cadere sul porticato, ornato dalle splendide lunette affrescate che mostrano delle scene di vita quotidiana.

Gli ambienti interni, meravigliosamente affrescati, sono allestiti con numerosi mobili originali. Di singolare bellezza sono la Sala di Giustizia, la Cappella e all’interno delle stanze private, gli oratori di Marguerite de La Chambre e di Giorgio di Challant.

La residenza visse il suo periodo d’oro nel Cinquecento, al termine del quale iniziò il suo lento declino.

Nel 1872, il pittore Vittorio Avondo acquistò l’edificio restaurandolo e restituendogli il suo antico splendore.

Il castello è oggi di proprietà della Regione autonoma Valle d’Aosta.

É possibile raggiungere il castello lasciando l’auto o il pullman nel parcheggio situato a 150 metri di distanza dall’antica dimora. 

 

Prenota la visita guidata al castello di Issogne