Ponte romano di Pont-St-Martin

  • Architettura romana
  • Accessibile ai disabili
  • Visite con gruppi
  • Visite per singoli e coppie

Descrizione

Il ponte romano di Pont-St-Martin è un’importante testimonianza della via delle Gallie, la prima grande infrastruttura realizzata dai Romani in Valle d’Aosta. La strada, arrivando da Eporedia (Ivrea) giungeva ad Augusta Preatoria (Aosta), per poi dividersi verso i colli dell’Alpis Graia (Piccolo San Bernardo) e dell’Alpis Pœnina (Gran San Bernardo).

Ancorato alla viva roccia da entrambi i lati, il ponte è alto 25 metri e la sua arcata misura 35 metri. Alla base sono ancora visibili, scavati nella roccia, gli alloggiamenti per l’impalcatura lignea per la costruzione dell’arcata in pietra. A fine Ottocento D’Andrade decise di aggiungere  delle chiavi in ferro per consolidare la struttura. Il periodo di costruzione è collocato tra il 120 a.C. ed il 25 a.C.

Il ponte fu utilizzato come passaggio principale fino all’inizio dell’Ottocento quando fu innalzato, poco più a valle, un altro ponte in legno, sostituito poi nel 1876 dall’attuale costruzione in muratura.
La popolazione di Pont-St-Martin chiama normalmente il ponte “il ponte del diavolo“, in quanto la fantasia popolare attribuisce la costruzione del ponte al diavolo. La leggenda racconta che San Martino, vescovo di Tours, dovendo ritornare dall’Italia nella sua diocesi, si trovò bloccato dal torrente Lys, che con la sua piena aveva travolto l’unica passerella. Il diavolo gli propose di risolvere il problema costruendo, in una sola notte, un solido ponte, ma pretese in cambio l’anima del primo che avrebbe attraversato il ponte. Il santo accettò, ma la mattina dopo, lanciando un pezzo di pane all’altra estremità del ponte, fece sì che il primo ad attraversarlo fosse un cagnolino affamato. Il diavolo, furente, scomparve nel Lys tra lampi e zaffate di zolfo, ed alla popolazione rimase il ponte. La leggenda costituisce tuttora uno dei temi fondamentali del carnevale di Pont-Saint-Martin, che si conclude proprio con il rogo del diavolo sotto il ponte romano.

Contattaci per prenotare la tua visita guidata lungo la via delle Gallie